Categories:> MARKETING, Social Media

Instagram Stories: il rivoluzionario strumento che ci permette di interagire con i nostri utenti

Che Instagram sia sul punto di prendere il sopravvento sul colosso Facebook è ormai un dato di fatto. Ma ancora in molti non credono nelle potenzialità di Instagram come strumento di social media marketing commettendo un grave errore.

I brand più grandi e lungimiranti però questo lo hanno capito immediatamente, così come hanno intuito il grande potenziale dello strumento “Stories” sia per potenziare la propria brand awareness sia come mezzo di interazione con i seguaci e calamita per attrarre nuovi potenziali followers.

Instagram ha un pubblico di 500 milioni di utenti attivi giornalmente in tutto il mondo secondo i dati di gennaio 2019 (fonte Statista). E quasi la metà di questo bacino, parliamo per l’esattezza del 47% degli utilizzatori, afferma che le Stories siano più autentiche rispetto ai classici post e pensa che permettano una comunicazione più sincera con la propria rete. Altro fattore valutato positivamente è il fatto che si cancellano dopo 24 ore e solo all’occorrenza possono essere inserite in modo fisso sul profilo per essere visualizzate in maniera permanente quando ci si clicca su.

Vi assicuriamo che per pianificare una strategia di social media marketing vincente è oggigiorno necessario prendere in considerazione la creazione di Stories in modo costante.

Tra l’altro i numeri anche su Facebook sono in crescita, nonostante l’approdo postumo. Soprattutto da quando c’è la possibilità di collegare l’account business di Instagram con la pagina aziendale Facebook: questo permette di condividere su due piattaforme in modo rapido lo stesso contenuto. Ovviamente l’ideale sarebbe diversificare le stories per le due piattaforme in modo tale da evitare che si abbiano ripetizioni che potrebbero annoiare i nostri utenti.

 

Nonostante sia stato Snapchat a introdurre le Stories nel 2013 hanno preso il sopravvento grazie ad Instagram che le ha adottate tre anni dopo, portando questo format alla ribalta, anche dove il social pioniere non era riuscito ad arrivare. Nel 2017 anche Facebook le fa sue.

 

Il segreto dell’efficacia delle Stories è la loro breve durata. In un mondo sempre più frenetico e bombardato da notizie e slogan, avere riassunte le novità del giorno in un breve video di un minuto o in una capture animata capace anche di catturare l’attenzione degli utenti con una call to action diventa l’arma vincente.

 

Inoltre le stories permettono di interagire con il nostro pubblico chiedendo loro feedback, preferenze, di rispondere addirittura a dei sondaggi… Insomma le potremmo paragonare ad una sorta di ponte virtuale tra chi comunica e chi riceve.

 

Con le stories è possibile raccontarsi in una forma intima, creando quasi un occhio del grande fratello che mostra contenuti live che abbattono barriere e distanze di ogni tipo. Soprattutto per un marchio non è affatto semplice creare quotidianamente contenuti che siano allo stesso tempo interessanti per chi li fruisce e utili al proprio scopo. Mostrare il dietro le quinte della propria produzione o attività, incuriosisce e coinvolge anche chi probabilmente potrebbe essere disinteressato al nostro brand perché rappresenta un racconto genuino di se stessi.

 

Cosa aspettate allora a pianificare una campagna utilizzando le Instagram Stories?

 

Share